Gli elementi essenziali dei negozi autonomi: la tecnologia e il valore.

Gli elementi essenziali dei negozi autonomi: la tecnologia e il valore.

Una nuova tecnologia che cambia il futuro del retail di qualunque dimensione: i negozi autonomi.

Non è un segreto che le abitudini e le aspettative di acquisto dei consumatori stiano cambiando. Il Covid-19 ha rivoluzionato il modo in cui le persone pagano a causa di problemi di salute e sicurezza, dando il via a una rapida transizione da parte di molti rivenditori fisici verso l’implementazione di opzioni di pagamento touchless. La tecnologia del commercio al dettaglio ha anche trasformato il modo in cui i consumatori concepiscono la propria esperienza di acquisto creando esperienze fluide, interattive e integrate. Alcune di queste tecnologie forniscono inoltre ai rivenditori potenti strumenti per elevare la propria attività migliorando le operazioni del negozio, aumentando i ricavi, ottimizzando il marketing e molto altro ancora.

I negozi “autonomi” fungono da punto di convergenza dei principali progressi compiuti nella tecnologia. Consentono ai rivenditori di gestire e ottimizzare tutte le operazioni del negozio, offrendo al tempo stesso ai clienti un'esperienza di acquisto superiorecheckout senza intoppi.

Partecipare a questa trasformazione significa abbracciare tecnologie all’avanguardia e facilitare i comportamenti di acquisto emergenti.

Cosa sono i negozi autonomi?

La definizione più elementare di negozio autonomo è un negozio dotato di tecnologia che consente agli acquirenti di effettuare il checkout senza problemi: semplicemente entrano nel negozio, prendono gli articoli che desiderano e se ne vanno. Ciò che rende tutto questo semplice è che non è necessario effettuare il checkout al cassiere, scansionare gli articoli o utilizzare un carrello speciale per monitorare e pagare gli articoli. La definizione di "negozio" varia in questo caso poiché esistono diverse dimensioni e formati in cui la tecnologia viene implementata. Questo può variare da un negozio o un container di 30 metri quadrati, al formato "express", fino ai supermercati di grandi dimensioni

Oggi, il check-out senza intoppi è solo la punta dell'iceberg delle funzionalità complete offerte dai negozi autonomi e la definizione viene sempre più utilizzata per descrivere una soluzione end-to-end per i rivenditori che include la gestione delle operazioni del negozio, la gestione predittiva dell'inventario, l'ottimizzazione dei prezzi, la sicurezza e prevenzione delle frodi, conformità dei planogrammi e marketing basato sugli eventi.

L'infrastruttura tecnologica

La tecnologia che alimenta i negozi autonomi è tutt’altro che semplice. Ma, in breve, i negozi autonomi utilizzano un mix di hardware e software per catturare tutte le attività che si verificano in qualsiasi momento nel negozio, come i livelli di inventario, i modelli di acquisto anonimizzati (percorsi, scelta del prodotto, dimensione del carrello, durata dello shopping), conformità al planogramma e altro ancora. I dati vengono quindi analizzati utilizzando l'apprendimento automatico, reti neurali avanzate e algoritmi proprietari per creare un intero mondo di operazioni di negozio senza soluzione di continuità, approfondimenti sui consumatori e acquisti senza attriti.

 

I driver di valore

Nella seconda metà del 2021, il numero totale di negozi autonomi in tutto il mondo è quasi triplicato. Questa crescita impressionante è dovuta al fatto che sempre più rivenditori al dettaglio di generi alimentari riconoscono l’immenso valore dei negozi autonomi.

Questo ci porta alla domanda da un milione di dollari: perché i rivenditori dovrebbero implementare negozi autonomi?
La risposta breve è che i dati raccolti dalle telecamere e dagli scaffali intelligenti forniscono informazioni preziose ai rivenditori, che possono aiutarli nei seguenti modi:

1. Esperienza cliente superiore: lo shopping senza intoppi aiuta a risolvere i punt critici più comuni dello shopping, consentendo ai clienti di saltare le code e risparmiare il tempo e la frustrazione che derivano dalla tradizionale esperienza di acquisto alla cassa. 

2. Ridurre le perdite dovute all’esaurimento delle scorte e alle differenze inventariali: l’ esaurimento delle scorte è costato ai rivenditori di generi alimentari statunitensi 82 ​​miliardi di dollari nel solo 2021 e le differenze inventariali rappresentano il 2-3% della perdita di entrate.

3. Automatizzare le operazioni del negozio: è abbastanza ovvio dalla parola “autonomo” che la tecnologia consente ai rivenditori di automatizzare varie attività nei loro negozi. Oltre a semplificare le operazioni di cassa, l'automazione delle operazioni del negozio consente ai rivenditori di risolvere le carenze di manodopera, ottimizzare l'inventario e il planogramma, migliorare l'efficienza della catena di fornitura, ridurre gli sprechi alimentari e aumentare le vendite e i ricavi.

Back to blog